Quale acido ialuronico scegliere: topico o iniettabile?

visibility418 Views comment0 comments person Posted By: Staff list In: Blog

Una recente indagine tra gli ingredienti cosmetici più famosi e conosciuti dai consumatori ha collocato l’acido ialuronico (HA), molecola fondamentale per migliorare l’elasticità della pelle, al terzo posto. Gli intervistati hanno risposto che si trova nella pelle e nei tessuti connettivi e che ha una notevole capacità di trattenere l’acqua presente nel derma, garantendo così una pelle idratata e luminosa.

Sono informazioni corrette, ma sarebbe sbagliato pensare che i benefici apportati dall’acido ialuronica finiscano qui. Tante informazioni non vengono fornite dalle aziende di cosmetica poiché si ritiene che il consumatore medio non abbia le giuste competenze per assimilare e comprendere determinate nozioni scientifiche e tecniche. Così però si rischia di sminuire il valore dell’acido ialuronico, fornendo ai clienti informazioni se non sbagliate quanto meno incomplete. Conviene quindi esaminare meglio l’acido ialuronico per capire cos’è e quali benefici apporta.

Cos’è l’Acido Ialuronico?

Il nome può trarre in inganno, poiché l’acido ialuronico non è un acido ma un glicosaminoglicano (GAG), cioè un polimero naturale che fornisce volume, armonizza le articolazioni e trattiene una notevole quantità di acqua prevenendo la secchezza cutanea. Da un punto di vista commerciale quindi risulta un errore non utilizzare il termine GAG, poiché si celano tutti i componenti essenziali dell’acido ialuronico ed i numerosi processi biologici ad esso collegati.

Possiamo rapidamente riassumere tutti i vantaggi dell’acido ialuronico per avere una panoramica più ampia:

aumenta l’espressione di procollagen I, II, III, IV e V;

migliora il deposito di collagene di tipo I e di tipo III nel derma;

aumenta l’espressione del gene e della proteina elastica cutanea;

aumenta l’espressione genica di fibrillina-1 e versican;

avvia una stimolazione meccanica che favorisce la sintesi del collagene nei fibroblasti cutanei.

L’acido ialuronico però è pur sempre una molecola sensibile che col tempo si decompone sotto i colpi dell’età, dei raggi solari, degli agenti ossidanti e dei radicali liberi. Mantenere alti livelli di HA è però fondamentale non solo per avere una pelle più fresca e idratata, ma anche per prevenire l’invecchiamento cutaneo.

Proprio per questo motivo sono stati messi a punto specifici prodotti cosmetici ed integratori, ma anche tecniche di medicina estetica, che riducono la perdita di acido ialuronico e ne favoriscono la ricreazione. Ad essi va naturalmente associata una dieta sana ed equilibrata ricca di nutrienti antiossidanti e antiradicali liberi, preferibilmente con tanta vitamina C.

Quando anche questi sistemi non sono più in grado di contrastare efficacemente la riduzione di HA, allora c’è bisogno di un aiuto esterno. Si possono quindi individuare due tipologie di acido

ialuronico: topico o iniettabile. Analizziamo le differenze.

Acido ialuronico: differenze tra topico e iniettabile

L’acido ialuronico topico agisce direttamente sulla pelle, creando uno strato sulla superficie per migliorare l’aspetto estetico della cute. Tuttavia questa soluzione non ha la capacità di arrivare fino al derma, quindi non ha effetti molto duraturi.

Alcuni prodotti riducono il peso dell’HA, riuscendo così a farlo penetrare più a fondo nell’epidermide e mescolarlo con altri ingredienti che ne favoriscono la produzione naturale.

In alternativa ci sono le iniezioni intradermiche che migliorano sia l’idratazione che la densità cutanea. Queste soluzioni, se usate in impianti riempitivi, sono in grado anche di ridurre rughe, cicatrici e pieghe.

C’è poi da fare un’ulteriore distinzione tra acido ialuronico non reticolato e reticolato. Il primo presenta un basso peso molecolare, è naturale e bio-interattivo. In pratica è identico a quello già presente nel corpo umano. È composto da molecole di HA libero che, dopo l’iniezione, si diffondono omogeneamente tramite il derma, garantendo la massima idratazione e rivitalizzando

la pelle.

L’acido ialuronico reticolato invece viene usato principalmente per filler dermici di varie densità. Tramite l’utilizzo dei filler si possono attenuare rughe e armonizzare i volumi del viso.

Innoaesthetics ha formulato soluzioni a base di acido ialuronico in ambito professionale, come Hyaluronic Acid della linea Inno-TDS, soluzione iniettabile che ricostruisce i livelli di HA della pelle aumentandone l’idratazione. Per la routine domestica, l’acido ialuronico è ingrediente fondamentale di molti prodotti della linea Inno-DERMA, come la Extreme Barrier Cream per la

protezione specifica della pelle durante l’inverno e la Sensitive Cream, ideale per pelli sensibili e iper-reattive.

Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published
Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato January February March April May June July August September October November December